Salerno – Teatri Sospesi tra Storia e arte.

1390715_251492501668737_1990252443_n

Si apre e si chiude con l’anonima canzone duecentesca catalana Ara lausatz, lausat, lausat (“Lodate ora, lodate, lodate”), al suono così esotico eppure così familiare del liuto arabo e del tamburo mediorientale, questo primo appuntamento della rassegna Piccole Domeniche, un ciclo di spettacoli ai Teatri Sospesi di Salerno, espressamente dedicati ai più piccoli, che si concluderà il prossimo gennaio. Protagonista di questo primo appuntamento è la compagnia Arterìa, ormai nota a Salerno per far rivivere la storia di Salerno durante il Trekking Urbano, con lo spettacolo Historia de’ Longobardi et de’ NormanniCome MAI niuno ve l’ha raccontata,” recita il sottotitolo: o meglio come nessuno ce la racconta più, alla maniera degli antichi cantastorie, cioè con l’improvvisazione tipica della commedia dell’arte, affiancata dal teatro di figure e da momenti musicali. 

1385959_251493138335340_329483425_n

Una serie di scenette ci portano attraverso secoli e secoli del passato di Salerno, attraverso le storie e le leggende che quel passato evocano: la storia di come il crudele principe Gisulfo perse la città ad opera di Roberto il Guiscardo, di come la principessa Sichelgaita cercò di avvelenare il figliastro Boemondo, di Costanza d’Altavilla che partorì Federico II, della sfortunata Donna Isabella Sanseverino di Marsico abbandonata su una nave da Carlo V per essersi rifiutata a lui. Storie raccontate con leggerezza, alla portata dei piccoli spettatori che affollano la sala, e che, diciamolo, si divertono un sacco.
E alla fine sono proprio i “saltimbanchi” di Arterìa, ovvero i bravi Flavia D’Aiello e Carlo Roselli, a rispondere alle domande dei bambini, svelando i “trucchi del mestiere”, i mascheroni di cartapesta che ricordano molto quelli del teatro greco, i vari tipi di marionette piccole e grandi, e i liuti e i tamburi dalla forma strana ed esotica.

554963_251493798335274_798496733_n

Il tutto in una cornice decisamente insolita, i Teatri Sospesi, inaugurati il 7 settembre scorso, in apparenza null’altro che un locale come tanti altri, con la vetrina aperta sul Lungomare di Pastena, interamente dipinto di bianco, ma che rivela potenzialità inaspettate. A parlarcene è proprio Carlo Roselli che, oltre che colonna di Arteria, è anche direttore artistico del teatro:
«Il nostro progetto è nato in realtà da un’esigenza pratica,» confessa, «ovvero quella di dare una sede a tante attività che rischiavano di non averne. Ma stiamo lavorando per farne un punto di riferimento per la vita del quartiere, e non solo: siamo già partiti con vari laboratori teatrali dedicati ai bambini, ai giovani, agli over 50… E le nostre attività non si fermeranno al teatro: qui organizzeremo concerti, spettacoli di danza, mostre d’arte. L’importante per noi è coinvolgere direttamente il pubblico, stabilire con la gente un rapporto diretto, dinamico far capire loro che non sono spettatori ma protagonisti: altrimenti non è più teatro, ma intrattenimento».

Articolo pubblicato su – Citizen Salerno

Per saperne di più:
Sito ufficiale dei Teatri Sospesi.

Annunci

Informazioni su Mercuriade

Buongiorno a tutti! Sono un'aspirante paleografa con la vocazione per la scrittura e il pallino del Medioevo e delle sue storie. Amo la lettura, la buona musica, la poesia, la filosofia, l'arte, il cinema: in breve, qualunque espressione del buono, del bello e del vero. Nel 2011 ho vinto l'VIII edizione del premio letterario "Il racconto nel cassetto" con il racconto "Il Tamburo delle Sirene", pubblicato dalla Centoautori in "Il Tamburo delle Sirene e altri racconti" (2012). Ho collaborato con il sito di Radio CRC e ora collaboro con il giornale on-line "Citizen Salerno" e con la rivista on-line "Rievocare". Faccio parte del gruppo di living history "Gens Langobardorum" e sono membro di varie associazioni culturali tra cui la "Veritatis Splendor" e la "Felix".
Questa voce è stata pubblicata in Spettacoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...