La Storia Infinita, ovvero lezioni di ricamo.

Non è necessario esser stati bambini o ragazzi degli anni ’80 perché al suono di questa canzone di Limahl, come ad un “apriti sesamo”, si apra una porta su un mondo fantastico, in cui tutto sia possibile, perfino volare a cavallo di un Drago della Fortuna.  Meglio ancora, poi, se, leggendo il romanzo di Michael Ende da cui il film è tratto, siamo entrati anche in possesso della chiave per aprire quella porta, e siamo perfino diventati il piccolo e grassoccio Bastiano Baldassarre Bucci che, nel buio della notte del nuovo inizio del Regno di Fantasia, riceve dall’Infanta Imperatrice l’Auryn, l’amuleto che lo proteggerà da ogni pericolo, e ne legge la scritta, di cui solo alla fine comprenderà il significato: FA’ CIO’ CHE VUOI.
Drizzate le orecchie, cari lettori, perché ora vi svelerò un segreto… e acqua in bocca!
Anch’io ho il mio Auryn!
Un millenario talismano appartenuto un tempo ad un’antica regina che, grazie a quel talismano, poteva fare tutto quel che voleva, perfino trasformare uno straccio in una Città d’Argento!
Ha un nome arcano e segreto, incomprensibile ancora più della parola “Auryn”: il “Telaio di Zia Rosa“.
Eccolo:

HPIM1026

Non è la gallinella dentro!!

Quel talismano era stato oggetto dei miei desideri fin dalla più tenera età, ma, come accade per ogni talismano che si rispetti, dovevo dimostrarmi degna di divenirne la custode. Ho dovuto naturalmente superare una prova al cui confronto superare la Porta del Grande Enigma  sarebbe stata una passeggiata. A una prova così ci si deve certo preparare, con ginnastica, meditazione… e buchi d’ago sulle dita! E, inoltre, bisogna andare lontano lontano, fino alle montagne incantate di Avellino, a consultare l’Oracolo Meridionale, che non si chiama Uyuala, ma Dama Katja!

Dama Katja, ovvero l'Oracolo Meridionale, svela i suoi segreti.

Dama Katja, ovvero l’Oracolo Meridionale, svela i suoi segreti.

Come abbia fatto non lo so, ma sta di fatto che, anche grazie a questo Oracolo dal sorriso smagliante, ora io sono la nuova custode di questo talismano!

Dama Katja dà il suo responso.

Dama Katja dà il suo responso.

Di sicuro, pur essendo stato custodito come un tesoro da Donna Aiuola nella “Casa che Muta” (ovvero il non plus ultra delle coccole), anche il Telaio di Zia Rosa portava i segni della sua ancestrale antichità, e andava dunque affidato nelle abili mani di uno Gnomo come Mastro Arcibaldo per riportarlo al suo antico splendore, e per restituirgli il suo potere.

Un intaglio della Torre d'Avorio.

Un intaglio della Torre d’Avorio.

E, come per Bastiano, ora tutto diventa possibile: bastano un granello di polvere (ovvero stoffa, cencio, ago e filo), il talismano e un po’ di fantasia… e voila! Ecco che un ricamo egiziano del Duecento può diventare un intaglio della Torre d’Avorio!
O grazie al punto catenella rispunta Perelun, il Bosco Notturno, in cui fiori, foglie e frutti brillano nel buio; o basta togliere un leone alla Tappezzeria di Bayeux per trasformarlo in Graogramàn, il leone re di Goab, il Deserto Colorato!

Perelun, il Bosco Notturno

Perelun, il Bosco Notturno

Graogramàn, anche detto "La Morte Multicolore", re di Goab, il Deserto Colorato.

Graogramàn, anche detto “La Morte Multicolore”, re di Goab, il Deserto Colorato.

Per finire, vi consiglio la lettura di questo articolo per conoscere meglio il nostro Oracolo Meridionale Dama Katia:

Annunci

Informazioni su Mercuriade

Buongiorno a tutti! Sono un'aspirante paleografa con la vocazione per la scrittura e il pallino del Medioevo e delle sue storie. Amo la lettura, la buona musica, la poesia, la filosofia, l'arte, il cinema: in breve, qualunque espressione del buono, del bello e del vero. Nel 2011 ho vinto l'VIII edizione del premio letterario "Il racconto nel cassetto" con il racconto "Il Tamburo delle Sirene", pubblicato dalla Centoautori in "Il Tamburo delle Sirene e altri racconti" (2012). Ho collaborato con il sito di Radio CRC e ora collaboro con il giornale on-line "Citizen Salerno" e con la rivista on-line "Rievocare". Faccio parte del gruppo di living history "Gens Langobardorum" e sono membro di varie associazioni culturali tra cui la "Veritatis Splendor" e la "Felix".
Questa voce è stata pubblicata in Messaggi personali racconti & poesie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a La Storia Infinita, ovvero lezioni di ricamo.

  1. giovanni ha detto:

    Non è stato solo l’oracolo ma anche la tua volontà, che ha reso possibile che tu potessi avere il
    ” telaio di zia Rosa”. E’ l’amore per questa arte che donne di mille anni fa conoscevano e che con le tue mani tu hai fatto rivivere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...