Il problema fondamentale della filosofia

Cliccare sull’immagine per acquistare il libro.

La serata si preannuncia calda, e la cinquecentesca Cappella del Rosario, in pieno centro storico salernitano, è troppo piccola per contenere tutti gli intervenuti al dibattito, alcuni si sistemano nel coro di legno, molti restano in piedi. E non è un talk-show a sfondo politico o di cronaca, il titolo scelto è nientedimeno che questo: È possibile dimostrare che Dio esiste? Il rompicapo per eccellenza, quello che ha afflitto le menti dei filosofi di tutti i tempi, da Parmenide ad Einstein.
L’occasione è la presentazione, organizzata dall’associazione culturale Veritatis Splendor, lunedì 3 ottobre, del saggio Dio Esiste?, scritto da Pierfrancesco De Feo e Saul Finucci, ed edito dalla IF Press di Roma.
Il prof. Marco di Matteo, presidente della Veritatis Splendor, si assume d’onere di introdurre il tutto, ribadendo l’attualità dell’argomento, come dimostra il successo di pubblicazioni come L’illusione di Dio di Richard Dawkins o Dio Esiste di Antony Flew.  Poi, è Fabio Piemonte, giovane dottorando in Filosofia Medievale all’Università degli Studi di Salerno, ad analizzare il libro un po’ più a fondo, un libricino di poco più di cento pagine, dal taglio niente affatto accademico, al contrario concepito soprattutto per un pubblico di giovani; inoltre, da bravo specialista di Filosofia Medievale, Fabio Piemonte offre un assaggio delle argomentazioni contenute nel libro, brandelli strappati dalle vesti di giganti del pensiero come Anselmo d’Aosta e Tommaso d’Aquino.
Alla fine, la parola va a Saul Finucci, (filosofo anche lui) uno degli autori del libro. Vuole soltanto rispondere a una semplice domanda: perché ha scritto questo libro? Il problema grave, secondo lui, è che al livello corrente si venga condizionati a non porsi affatto questa domanda, e che si pretenda di far vivere la gente con l’idea di essere null’altro che un ammasso di particelle più o meno sofisticato, ovvero qualcosa che è completamente estraneo alla natura umana, come dimostra il proliferare di sette e di religioni alternative.
Arriva il momento delle domande, che gli organizzatori avevano previsto surriscaldato. Il problema è che è stato aperto un vero e proprio vaso di Pandora. Le domande e le osservazioni (anche critiche) esplodono come un fuoco a raffica, cui i tre relatori sanno reggere molto bene, ma che nemmeno loro avevano immaginato.
La filosofia non interessa più a nessuno? Ma chi l’ha detto?

da http://www.radiocrc.com/blog/2011/10/06/il-problema-fondamentale-della-filosofia/

Annunci

Informazioni su Mercuriade

Buongiorno a tutti! Sono un'aspirante paleografa con la vocazione per la scrittura e il pallino del Medioevo e delle sue storie. Amo la lettura, la buona musica, la poesia, la filosofia, l'arte, il cinema: in breve, qualunque espressione del buono, del bello e del vero. Nel 2011 ho vinto l'VIII edizione del premio letterario "Il racconto nel cassetto" con il racconto "Il Tamburo delle Sirene", pubblicato dalla Centoautori in "Il Tamburo delle Sirene e altri racconti" (2012). Ho collaborato con il sito di Radio CRC e ora collaboro con il giornale on-line "Citizen Salerno" e con la rivista on-line "Rievocare". Faccio parte del gruppo di living history "Gens Langobardorum" e sono membro di varie associazioni culturali tra cui la "Veritatis Splendor" e la "Felix".
Questa voce è stata pubblicata in Fede & filosofia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...